Archives

  • -

MARGHERITA+ NELLE SCUOLE, CONDIVISIONE DEI VALORI COOPERATIVI

Cooperativa Sociale Margherita+,  in collaborazione con Confcooperative Toscana, la Federazione Toscana delle Banche di Credito Cooperativo e il Liceo Scientifico e Linguistico “Francesco Redi” di Arezzo ha promosso un progetto di diffusione della cultura cooperativa all’interno del Liceo “Redi”.

Il progetto Toscana 2020 vuole diffondere il modello cooperativo attraverso lo strumento di impresa cooperativa simulata grazie al Coop Work In Class, iniziativa di Alternanza scuola lavoro di Confcooperative.

Coinvolta nel progetto è stata la classe 4°G che ha concluso la prima parte del percorso con la simulazione delle firme dello Statuto e dell’Atto Costitutivo della nuova impresa cooperativa “FaREDI+” alla presenza del Direttore della Bcc di Anghiari e Stia nel ruolo di Notaio.

Mercoledì 28 marzo studenti e soci della nuova cooperativa si sono ritrovati nella prima Assemblea dei Soci. L’obiettivo è quello di organizzare delle attività all’interno del Liceo Redi per promuovere la raccolta differenziata e l’utilizzo di prodotti riciclati. Entusiasti di questo primo traguardo hanno così commentato: “Nonostante ci troviamo ancora al principio della nostra esperienza, abbiamo già imparato quegli importanti valori di cooperazione per raggiungere un fine comune, senza che nessuno prevalga sul prossimo. La consapevolezza di lavorare al fianco di persone che cooperano solamente per il bene del progetto conferisce un senso di sicurezza a tutti noi”.

Elementi chiave di questo percorso territoriale di successo sono state le diverse sinergie che si sono create tra il tutor di Margherita+, il tutor del Liceo Scientifico Francesco Redi, Confcooperative Toscana e la Bcc di Anghiari e Stia.

Oggi il modello cooperativo può essere visto come un modo per opporsi alla crisi dei valori, reagire alla diffusa conflittualità individuale e di sistema, ricostruire scenari di significato per le nuove generazioni e riaprire per loro opportunità di collocazione nel lavoro. Al contempo il mondo della scuola ha manifestato un interesse crescente a ricercare interlocutori capaci di interpretare e di proporre nuovi itinerari formativi che mirino allo sviluppo completo del cittadino solidale e del futuro lavoratore anche nella direzione di un’imprenditorialità protagonista e responsabile.


  • -

CENA ANNUALE DELLA COOP. SOCIALE AGRICOLA TERRAVIVA ALLE LOGGE DEL GRANO

Appuntamento per venerdì 6 ottobre al Mercato delle Logge del Grano con la Cena Annuale della Cooperativa Sociale Agricola Terraviva, l’evento realizzato ogni anno a sostegno del nostro progetto di agricoltura sociale.

La Cooperativa Sociale Agricola Terraviva è nata ufficialmente il 15 settembre 2011 attraverso il PROGETTO P.E.R.S.O.N.A., finanziato da Esprit, organo preposto della Regione Toscana. I principali partner di Margherita+ nella realizzazione del progetto sono la Cooperativa Sociale Progetto 5, l’Associazione Vivere Insieme e l’Associazione Famiglia Insieme.

Il progetto è stato avviato in Località il Casolino – San Leo ad Arezzo, dove attualmente sono impegnati 6 ragazzi nella cura e coltivazione di oltre tre ettari e mezzo di terreno agricolo e di 50 olivi.

L’evento mette a tavola circa 200 persone ogni anno ed è l’occasione per gustare i prodotti del territorio, per conoscersi e far conoscere a tutti i presenti il valore sociale del progetto. Il ricavato sarà devoluto interamente a sostenere le attività della Coop. Sociale Agricola Terraviva. 

La cena si terrà per la prima volta presso l’Osteria delle Logge del Grano ad Arezzo e sarà realizzata dai cuochi di Margherita+, impegnati nel servizio da febbraio 2017.

Dal dicembre 2015 Terraviva fa parte della rete di aziende locali che costituiscono il Mercato Coperto delle Logge del Grano, il mercato ospita infatti i prodotti raccolti ogni giorno dai ragazzi della Coop. Sociale.


  • -

IL MERCATALE DI MONTEVARCHI COMPIE 10 ANNI DI ATTIVITÀ

Compie dieci anni il Mercatale, il Mercato Coperto degli Agricoltori di Montevarchi, che è anche Mercato della Terra Slow Food. Una realtà importante e affermata nel territorio che oggi vede protagonisti 80 produttori locali, in un progetto di filiera corta direttamente dal produttore al consumatore.

La Fondazione del Mercato risale però al 2004, quando si svolgeva solo in piazza Varchi, ed aveva cadenza mensile. Il successo dell’iniziativa e l’apprezzamento da parte della cittadinanza hanno creato i presupposti per un salto organizzativo del progetto, con l’apertura in una sede al coperto e tutti i giorni del mercato, che appunto risale al 2008.

Per festeggiare questo importante risultato il Mercato Coperto ha organizzato una serie di iniziative con Slow Food, partner della rete d’impresa del mercato, e con la Cooperativa Margherità+, oltre che i produttori e gli artigiani.

Dal 19 al 24 febbraio all’interno del mercato è “La Settimana del Produttore”, ogni giorno si alternano i produttori, agricoltori e artigiani della cultura enogastronomica locale per incontrare i consumatori e assaggiare insieme i prodotti del territorio. Durante tutta la settimana vengono consegnati dei piccoli pensieri per tutti i clienti affezionati.

Venerdi 23 e sabato 24 sarà presente anche la postazione di Slow Food Colli Superiori del Valdarno, per presentare le attività associative, la collaborazione con il mercato e l’impatto ambientale, positivo, che ha il Mercatale sulla salute dei cittadini e la sostenibilità ambientale.

Domenica 25 febbraio sarà organizzato un pranzo i cui protagonisti sono i prodotti del mercato per un menù che rispecchia sia la stagione attuale che tutta la varietà di ottimi prodotti locali.


Facebook